Home , News

VINITALY 2018, GRANDE SUCCESSO PER LE MARCHE

Centoquarantuno aziende e duecentocinquantotto etichette. Sono questi i numeri delle aziende marchigiane al Vinitaly di Verona. Giunto alla 56ema edizione, l’evento si conferma palcoscenico prestigioso delle eccellenze enologiche in ambito nazionale e vetrina importantissima per l’export internazionale. E le Marche su questo hanno moltissimo su cui scommettere, in termini di qualità e distintività di un territorio, che fa del vino e del cibo i suoi punti di forza, insieme al turismo.

Al Vinitaly le Marche sono scese in campo promuovendo 21 denominazioni, tra le quali 15 Doc (Denominazione di Origine Controllata), 5 Docg (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) e 1 Igt (Indicazione Geografica Tipica).
Un sistema vitivinicolo costituito da 14mila aziende e 17mila ettari complessivi di vigneto, che hanno reso nel tempo le Marche una terra di grande tradizione vinicola.

Due i consorzi presenti a Verona: l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini con 59 aziende e il Consorzio Tutela Vini Piceni con 15 aziende, mentre sono 67 i produttori che hanno partecipato con stand singoli.

Un grande successo quello registrato dallo stand Terrazza Marche, che ha raccolto le 258 etichette marchigiane.

Quest’anno l’edizione del Vinitaly è stata ancora più significativa per le Marche, perché ha coinciso con il 50emo anniversario della Doc del Verdicchio dei Castelli di Jesi e del Rosso Piceno. Una ricorrenza che ha confermato sempre di più la vocazione del territorio al biologico, per il quale le Marche sono la seconda regione italiana produttrice, e ai bianchi di qualità, fra i quali spiccano Verdicchio, Passerina e Pecorino.

La società agricola La Staffa di Staffolo è stata insignita, tra le aziende italiane, del Premio “Benemerito della Viticoltura 2018”. Una realtà giovane, guidata dal 27enne Riccardo Baldi, che vanta dieci ettari di vigneto coltivato al 90% a Verdicchio dei Castelli di Jesi e al restante 10% a Montepulciano. Una grande passione per il biologico, quella dell’azienda che conferma una vocazione verso un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e della salute.

Tra gli espositori marchigiani anche un nostro partner, la Mancinelli Vini, che vanta diversi riconoscimenti per la qualità dei suoi vini, tra i quali la Lacrima di Morro d’Alba Doc Superiore, ed eccelle nella produzione del Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc.

Non solo vino, al Vinitaly le Marche sono scese in campo anche con un’altra eccellenza del territorio: l’olio extra vergine di oliva, che nel 2017 ha ottenuto il riconoscimento di una IGP dell’Unione Europea.

 

© RIPRODUZIONE VIETATA

You may also like